IT | EN

Call center: disponibile il modello telematico per la localizzazione in un Paese extra UE

Sono operativi i nuovi adempimenti relativi alla nuova disciplina per i call center introdotti dalla legge di bilancio 2017.

L’articolo 1, comma 243, della legge 11 dicembre 2016, n. 232, recante “Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019”, entrata in vigore il 1° gennaio 2017, ha modificato l’art. 24-bis del decreto legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134, prevedendo al comma 11 che “tutti gli operatori economici che svolgono attività di call center su numerazioni nazionali devono, entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione, iscriversi al Registro degli operatori di comunicazione di cui alla delibera dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, comunicando, altresì, tutte le numerazioni telefoniche messe a disposizione del pubblico e utilizzate per i servizi di call center. L’obbligo di iscrizione sussiste anche a carico dei soggetti terzi affidatari dei servizi di call center e deve essere contemplato nel contratto di affidamento del servizio”.

Industria 4.0.: circolare dell'Agenzia delle entrate su super ammortamento e iper ammortamento

E’ stata emanata la circolare dell’Agenzia delle entrate e del Ministero dello sviluppo economico n. 4/E del 30 marzo 2017, “Industria 4.0 - Articolo 1, commi da 8 a 13, della legge 11 dicembre 2016, n. 232 - Proroga, con modificazioni, della disciplina del c.d. ‘super ammortamento’ e introduzione del c.d. ‘iper ammortamento’”.

Schema di decreto legislativo correttivo del codice dei contratti pubblici

La VIII Commissione permanente (Ambiente, territorio e lavori pubblici) della Camera dei deputati e la 8a Commissione (Lavori pubblici, comunicazioni) del Senato hanno rispettivamente concluso l'esame dell'atto del Governo n. 397, approvando il 6 aprile 2017, su proposta dei rispettivi relatori (on. Raffaella Mariani e sen. Stefano Esposito), due distinti ma identici pareri favorevoli con condizioni e osservazioni.

Linee guida sul sistema di qualificazione degli operatori economici - Linee guida sul sistema di qualificazione del contraente generale

Consultazione on line del 3 aprile 2017 – invio contributi entro il 3 maggio 2017

L’art. 83, comma 2, del codice dispone che per i lavori, con linee guida dell'ANAC sono disciplinati, nel rispetto dei principi di cui all’articolo medesimo e anche al fine di favorire l'accesso da parte delle microimprese e delle piccole e medie imprese, il sistema di qualificazione, i casi e le modalità di avvalimento, i requisiti e le capacità che devono essere posseduti dal concorrente, anche in riferimento ai consorzi di cui all'articolo 45, lettere b) e c) e la documentazione richiesta ai fini della dimostrazione del loro possesso di cui all'allegato XVII.

Aggiornamento delle Linee guida per l’attuazione della normativa in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza da parte delle società e degli enti di diritto privato controllati e partecipati dalle pubbliche amministrazioni e degli enti pubblici economici

Consultazione on line del 27 marzo 2017 - invio contributi entro il 26 aprile 2017

Lo schema di Linee guida in consultazione è stato elaborato dall’Autorità allo scopo di adeguare le indicazioni fornite con la determinazione n. 8 del 2015 alle modifiche apportate dal decreto legislativo 25 maggio 2016, n. 97, alla normativa in materia di prevenzione della corruzione e della trasparenza, di cui alla legge 6 novembre 2012, n. 190 e al decreto legislativo 14 marzo 2013, n.33. Nel frattempo è anche intervenuto il decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 175, sul riordino della disciplina riguardante le società a partecipazione pubblica.

Regolamento sull’esercizio dell’attività di vigilanza in materia di contratti pubblici

E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 49 del 28 febbraio 2017 il regolamento dell’Autorità nazionale anticorruzione 15 febbraio 2017, “Regolamento sull’esercizio dell’attività di vigilanza in materia di contratti pubblici”. Con il regolamento, oltre alla relazione illustrativa sono disponibili i formulari per la presentazione degli esposti sull’esercizio dell’attività di vigilanza in materia di contratti pubblici. I formulari sono:

  • modulo per la presentazione di esposti per contratti di SERVIZI E FORNITURE;
  • modulo per la presentazione di esposti per contratti di LAVORI.
Beni strumentali – Nuova Sabatini

A partire dal 1° marzo 2017 le imprese richiedenti possono presentare le domande per la richiesta dei finanziamenti e dei contributi, a valere sulla nuova disciplina introdotta dalla circolare n. 14036 del 15 febbraio 2017, alle banche e agli intermediari finanziari aderenti all'Addendum alla convenzione tra Ministero dello sviluppo economico, Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) e Associazione Bancaria Italiana (ABI). L'eventuale chiusura dello sportello verrà comunicata con apposito decreto ministeriale a seguito dell'esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.

Gestione collettiva dei diritti d'autore e dei diritti connessi e concessione di licenze multiterritoriali per i diritti su opere musicali per l'uso online

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 72 del 27 marzo 2017, il decreto legislativo 15 marzo 2017, n. 35, “Attuazione della direttiva 2014/26/UE sulla gestione collettiva dei diritti d'autore e dei diritti connessi e sulla concessione di licenze multiterritoriali per i diritti su opere musicali per l'uso online nel mercato interno”.

Le nuove disposizioni intendono garantire il buon funzionamento della gestione dei diritti d'autore e dei diritti connessi da parte degli organismi di gestione collettiva e delle entità di gestione indipendente.

Il decreto legislativo entra in vigore l’11 aprile 2017 e prevede l’emanazione del decreto del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, entro tre mesi dalla data di entrata in vigore, per l’adozione delle nuove disposizioni attuative in tema di criteri di ripartizione dei compensi.

Finanziamenti agevolati a PMI vittime di mancati pagamenti

L’art. 1 della legge n. 208/2015 (legge di stabilità 2016) ha istituito, ai commi 199-202, il “Fondo per il credito alle aziende vittime di mancati pagamenti”.

Il Fondo sostiene, attraverso la concessione di finanziamenti agevolati, imprese in una situazione di potenziale crisi di liquidità a causa dei mancati pagamenti da parte di imprese debitrici.

Con decreto interministeriale 17 ottobre 2016 sono stati disciplinati i limiti, i criteri e le modalità per la concessione dei finanziamenti agevolati a valere sul Fondo.

Con circolare direttoriale 22 dicembre 2016, n. 127554 sono state definite le modalità e i termini per la presentazione delle domande.

Confidi: modalità e termini per la presentazione delle richieste di contributo

A partire dal 2 maggio 2017 i Confidi potranno presentare le domande per accedere a 225 milioni di euro stanziati per la costituzione di un apposito e distinto fondo rischi finalizzato alla concessione di nuove garanzie pubbliche alle Pmi associate. La misura favorirà, tra l’altro, l’aggregazione tra Confidi al fine di consentire anche a quelli di minori dimensioni di raggiungere - attraverso operazioni di fusione o la sottoscrizione di contratti di rete - una maggiore massa critica in termini di garanzie prestate. La procedura per la concessione dei contributi è improntata a criteri di massima celerità, con le valutazioni istruttorie che si concluderanno in 60 giorni dalla data di presentazione della richiesta. Con decreto 3 gennaio 2017 il Ministero dello sviluppo economico, di concerto con il Ministero dell’economia e finanze, finanzia la costituzione presso i confidi di un apposito e distinto fondo rischi da utilizzare per concedere nuove garanzie pubbliche alle PMI associate, operanti in tutti i settori di attività economica su tutto il territorio nazionale.

Circolare Agid sulle misure minime di sicurezza ICT per le pubbliche amministrazioni

E’ stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale, Serie generale, n. 79 del 4 aprile 2017, la circolare dell’Agenzia per l'Italia Digitale 17 marzo 2017, n. 1/2017, “Misure minime di sicurezza ICT per le pubbliche amministrazioni. (Direttiva del Presidente del Consiglio dei ministri 1° agosto 2015)”.

La newsletter, in relazione all'attività parlamentare e degli organismi regolatori, ha una cadenza periodica ed intende fornire una informativa chiara e sempre aggiornata sui temi di maggiore interesse per le imprese associate, anche attraverso alcuni approfondimenti per i provvedimenti più importanti.